cover
Meraviglia
Meraviglia  }  Luogo

Abbazia dei Santi Nazzario e Celso

L'abbazia fortificata culla del borgo di San Nazaro Sesia

Dov'è

Piemonte

Via Antonio Barbavara, 5, 28060 San Nazzaro Sesia NO, Italia (156m s.l.m.)

Indicazioni stradali
map

Cos'è e dov'è

Le mura merlate e le torrette angolari possono trarre in inganno chi si avvicini per la prima volta a questo luogo. Man mano che si procede si comincia già a fantasticare di dame e cavalieri, ma c’è qualcosa che disturba questa immagine: la torre più alta, anche se apparentemente fortificata, è un campanile.

Perché è speciale

In realtà non è solo il campanile a rompere l’inganno: da sopra le mura fa capolino una facciata a capanna rivestita in cotto e abbellita da un elegante rosone. Si tratta della facciata della chiesa che insieme ad altri ambienti, costituisce il più importante complesso abbaziale fortificato del novarese. Proprio la facciata, una volta ammirata nella sua interezza, si presenta come un significativo esempio di architettura gotica lombarda.

Da non perdere

Uno degli spazi più suggestivi è il chiostro. Da sempre luogo di serenità e riposo, è stato impreziosito lungo i suoi portici dal ciclo di affreschi tardo quattrocenteschi, di autore ignoto, rappresentanti un centinaio di episodi, di cui molti ben conservati, della vita di San Benedetto da Norcia. Insieme agli affreschi dell’interno della chiesa, le raffigurazioni del chiostro costituiscono un’importante testimonianza della pittura del XV secolo nel territorio novarese.

Un po' di storia

Questo complesso fu fondato nel 1040, dal vescovo di Novara Riprando appartenente alla prestigiosa famiglia dei Conti di Biandrate. Poiché localizzato in una posizione nevralgica, il complesso abbaziale fu fortificato con mura di cinta, realizzate a partire dal XIII secolo. Successivamente nel corso del XV secolo è stato oggetto di ampliamenti e ricostruzioni.

Curiosità

La costruzione più antica del complesso potrebbe essere il campanile. Pare infatti, che la prima pietra posata nel 1040 facesse proprio parte della sua base. Quello che è certo è che se gli si gira intorno aguzzando la vista, si può scoprire una pietra che, a rigor di logica non dovrebbe trovarsi lì: il frammento di un sarcofago romano, uno dei reperti più antichi dell’abbazia, usato come materiale di riciclo. Incredibile, non è vero?

 

abbazia-dei-santi-nazzario-e-celsoLa torre campanaria - Ph: Laurom Fonte

14 persone hanno messo mi piace

+8
+10
+13

Condividi nella Community

Ciao , condividi foto ed emozioni su questa Meraviglia

La Mappa ringrazia:

Consigliato da
Guida Turistica Novara Vercelli

Si tratta del più importante complesso abbaziale fortificato del Novarese ed uno dei più significativi dell'Italia settentrionale.

gift

Regala un Viaggio di SharryLand!
Con la Gift Card è facilissimo!

Regala