cover
Meraviglia
Meraviglia  }  Luogo

Borgo di Reforzate

Un castello sospeso tra due valli

Dov'è

Marche

61040 Reforzate PU, Italia (316m s.l.m.)

Indicazioni stradali
map

Cos'è e dov'è

Arrivati in cima al colle, dopo il tortuoso ma breve percorso, ci si imbatte nelle vestigia dell'antica porta d'ingresso al castello con l'effigie dell'aquila feltresca. Accanto, una breve schiera di case in pietra a tre piani fa da barriera, mentre sulla destra il paesaggio si apre verso il mare. Oltre il doppio arco, le stradine laterali a pettine portano a piccole case e orti privati dai quali si distinguono la mole di palazzo Michelangeli e della chiesa di San Pietro coi bei portali in arenaria, opere degli scalpellini santippolitesi. Giunti in fondo alla strada principale si fa il giro delle mura affacciati sulla valle del Tarugo.

Perché è speciale

Il piccolo borgo è ancora circondato dalle mura che ricordano l'antico castello e che oggi sono un balcone tra la valle del Tarugo e del Metauro. Quasi un promontorio affacciato su un mare verde, che offre un clima sempre mite in ogni stagione. Qui sono soprattutto un senso di calma e tranquillità a rendere questo posto unico, grazie alla cordialità dei suoi abitanti e al senso di protezione che riescono a donare i graziosi angoli del paese.

Da non perdere

Ogni fine luglio il piccolo borgo si anima per la rievocazione storica della trebbiatura, dove riprendono vita, come accadeva un tempo nelle nostre campagne, gli antichi macchinari agricoli il cui arrivo era un vero e proprio evento per la realtà contadina di allora. Oggi è possibile rivivere quei momenti in tre serate di festa, accompagnati da musica folcloristica e cucina casereccia, che propone in particolare oca arrosto e piadina farcita.

Un po' di storia

È in una bolla di Papa Onorio III datata 1224 che si cita per la prima volta Reforzate, segno che la sua origine è ancora più antica. Nel secolo XIII è uno dei castelli del contado di Fano. Da quel momento in poi venne contesa prima tra varie signorie, come i Malatesta e i Della Rovere passando per i conti Mirabello e i Piccolomini, successivamente passando da un vicariato all'altro fino ad essere definitivamente aggregata al comune di Sant'Ippolito dopo l'Unità d'Italia.

Curiosità

Reforzate deriva probabilmente il suo nome da un antico signore o feudatario. L'etimologia è incerta ma gli abitanti del posto, nel raccontare le «piciafavl» ai nipotini, sono abbastanza sicuri di ricordare che tanto tempo fa, davanti alla porta sbarrata di ingresso al castello, determinato alla conquista, un certo Re ordinò ai suoi soldati «forzate!».

 

borgo-di-reforzateLa via principale all'interno delle mura che parte dalla porta d'ingresso visibile in fondo - Ph: Elsa Campolucci (CC BY-SA 4.0)

13 persone hanno messo mi piace

+7
+9
+12

Condividi nella Community

Ciao , condividi foto ed emozioni su questa Meraviglia

La Mappa ringrazia:

Consigliato da
Elsa Campolucci

È il posto perfetto per mettere in pausa il tempo vagando tra le sue stradine, sbirciando in qualche giardino segreto, leggendo un buon libro sotto il gelso di una piazzetta o semplicemente godendosi il panorama dalle mura.

Comune Amico di SharryLand
Comune di Sant'Ippolito

gift

Regala un Viaggio di SharryLand!
Con la Gift Card è facilissimo!

Regala